estratto della L.R. 86/98 -

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi siamo
 
ESTRATTO DELLA L. R. 86/98

GENERALE
Ambito: Regionale
Localizzazione: Abruzzo
Tipo Normativa: L.R.

Dettagli
Data: 16/09/1998 N° 86    Art. 16, 17, 19 e 20


Articoli del provvedimento

Art. 16. - Figura professionale dell'accompagnatore di media montagna- maestro di escursionismo.
1. E' accompagnatore di media montagna-maestro di escursionismo, chi svolge professionalmente, anche in modo non esclusivo e non continuativo, le seguenti attività:
a) accompagnamento di persone in escursioni in montagna, nei parchi nazionali, regionali, nelle riserve naturali, nelle oasi naturali e faunistiche, su ogni tipo di sentiero e su ogni ecosistema, con esclusione dei terreni che richiedono, per la progressione, l'uso della corda, piccozza e ramponi e in genere di materiale alpinistico e sciistico. Tale esclusione non sussiste se la persona o la comitiva è accompagnata oltre che dall'accompagnatore di media montagna-maestro di escursionismo, anche da un aspirante guida o da una guida alpina;
b) illustrazione culturale, naturale e delle tradizioni locali dell'ambiente montano percorso e introduzione scientifico-cognitiva del territorio in questione, analizzato dei suoi molteplici aspetti.
2. Lo svolgimento a titolo professionale delle attività, di cui al comma precedente punto b), è riservato esclusivamente agli accompagnatori di media montagna-maestri di escursionismo, abilitati all'esercizio professionale e iscritti nell'elenco speciale di cui all'art. 17 della presente legge.
3. Nell'ambito della professione di accompagnatore di media montagna sono istituite le seguenti specializzazioni: - guida ambientale escursionistica, guida esclusiva del parco, ai sensi dell'art. 14, comma 5 della legge 394/91.
4. E' guida ambientale escursionistica chi esercita professionalmente, anche in modo esclusivo o continuativo, una delle seguenti attività:
a) conduce in visita o esplorazione persone singole o gruppi di persone in qualsiasi ambiente naturale, ivi compresi i parchi naturali e le aree protette, illustrando le caratteristiche ambientali, naturalistiche ed antropiche del territorio;
b) conduce in visita ad ambiente e/o strutture espositive di carattere naturalistico ed etnologico;
c) affianca in ambito scolastico il corpo insegnante nelle iniziative e programmi di educazione ambientale. L'accompagnamento su percorsi impervi che richiedono per la progressione l'uso di corda, piccozza e ramponi non rientra fra le attività della guida ambientale escursionistica.

Art. 17. - Elenco speciale degli accompagnatori di media montagna- maestri di escursionismo.
1. L'esercizio della professione di accompagnatore di media montagna- maestro di escursionismo è subordinato all'iscrizione nell'apposito elenco speciale, tenuto dal collegio regionale delle guide alpine, sotto la vigilanza della Giunta regionale d'Abruzzo, Settore F.P., che allo scopo tiene costantemente aggiornata una copia del suddetto elenco.
2. L'iscrizione abilita all'esercizio della professione limitatamente al territorio della Regione Abruzzo. All'accompagnatore di media montagna, iscritto nell'elenco speciale della Regione Abruzzo, è consentito di iscriversi negli elenchi speciali di più regioni, nel rispetto delle normative stabilite da ciascuna di esse.
3. Gli accompagnatori di media montagna-maestri di escursionismo iscritti nel relativo elenco speciale, fanno parte del collegio regionale delle guide alpine della Regione Abruzzo.
4. La Giunta regionale rilascia agli iscritti nell'elenco speciale degli accompagnatori di media montagna-maestri di escursionismo, su proposta ed elaborazione grafica del rispettivo collegio, la tessera di riconoscimento ed i distintivi.

Art. 19. - Validità dell'iscrizione nell'elenco speciale degli accompagnatori di media montagna-maestri di escursionismo. Aggiornamento professionale.
1. L'iscrizione nell'elenco speciale ha efficacia per tre anni ed è conservata per pari periodo su presentazione del certificato di idoneità psicofisica per la professione di accompagnatore di media montagna, rilasciato dalla USL, unitamente all'attestato di frequenza del corso di aggiornamento professionale, di cui al successivo comma. In caso di comprovata impossibilità a frequentare il corso di aggiornamento, l'accompagnatore di media montagna-maestro di escursionismo è tenuto a frequentare quello immediatamente successivo alla cessazione dell'impedimento. L'iscrizione in tal caso è conservata per pari periodo ed è comunque sospesa dopo due anni.
2. I corsi di aggiornamento sono istituiti dalla Giunta regionale d'intesa con il collegio regionale delle guide alpine-maestri di alpinismo.
3. La frequenza di corsi di specializzazione, di istruttore regionale di accompagnatori di media montagna e relativi corsi propedeutici e di aggiornamento, costituiscono titolo di aggiornamento.

Art. 20. - Abilitazione professionale.
1. L'abilitazione all'esercizio della professione di accompagnatore di media montagna-maestro di escursionismo si consegue mediante la frequenza di corsi di formazione tecnico-didattico-culturali ed il superamento dei relativi esami.
2. La Giunta regionale, sentito il collegio regionale delle guide, riscontrata la legittima richiesta di abilitazione all'esercizio della professione di accompagnatore di media montagna-maestro di escursionismo, istituisce i corsi di cui al comma precedente.
3. I corsi di formazione professionale prevedono i seguenti insegnamenti fondamentali: tecniche escursionistiche, tecniche alpinistiche elementari, didattica e comportamento, elementi di pedagogia e psicologia, diritti doveri e responsabilità professionale dell'accompagnatore di media montagna, leggi e regolamenti professionali e tecnici, storia dell'alpinismo, Statuto della Regione Abruzzo, Statuto AGAI, CAI, CNSA e sua organizzazione; elementi di storia, arte, cultura e tradizioni locali, organizzazione e sviluppo turistico, elementi di geologia e geomorfologia, ecologia, flora e fauna, interventi di prevenzione conservazione e ripristino ambientale, normative relative ai parchi, profilo scientifico- culturale-ecologico dell'ambiente montano della Regione Abruzzo, approntamento di itinerari e tracciati, preparazione attrezzi ed equipaggiamento, elementi di medicina, pronto soccorso ed antinfortunistica, rianimazione, alimentazione ed ambientamento in montagna, soccorso in montagna, preparazione psicofisica nella pratica dell'escursionismo, lettura ed interpretazione delle carte topografiche, orientamento, meteorologia, precipitazioni, neve e valanghe. Altri insegnamenti possono essere programmati, d'intesa con il collegio regionale delle guide, dalla Giunta regionale.

Oggetto del provvedimento - Ordinamento della professione di guida alpina - maestro di alpinismo, di aspirante guida alpina, di accompagnatore di media montagna-maestro di escursionismo (B.U. n. 24 del 9 ottobre 1998).


 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu